Le protesi fisse dentali sono così definite poiché, una volta ultimato il lavoro, non possono essere più rimosse (se non con l’intervento del dentista), in quanto vengono cementate per assicurare la loro aderenza nel cavo orale del paziente. Questa tipologia di protesi viene realizzata dal laboratorio Dental System in metallo-ceramica, metallo composito, ceramica integrale o con una struttura in zirconio rivestita di ceramica: tutte le leghe impiegate per la realizzazione delle protesi fisse dentali sono certificate e prive di nickel, riducendo così le reazioni allergiche.

È proprio il materiale con il quale sono fatte che definisce e classifica le protesi fisse dentali. Quelle in metallo ceramica sono costruite a partire da una base metallica, come ad esempio l’oro, e quindi rivestite da un materiale ceramico in superficie, che coniuga le proprietà meccaniche con la resa estetica. Le protesi in ceramica integrale, invece, sono generalmente impiegate in presenza di particolari condizioni e non ricorrono a metalli, bensì sono prodotte solo con materiali estetici (come l’alluma e a zirconia).

La costruzione di una protesi fissa può interessare uno o più denti; la capsula, ad esempio, viene costruita sul dente naturale, che viene limato; su di esso viene quindi cementata la protesi fissa dentale. Invece un ponte prevede la limatura dei denti vicini a quello mancante e la montatura di una struttura realizzata ad hoc.